Bosa. Danni maltempo 29 ottobre, Guardia Costiera ha interdetto diverse aree del Porto di Bosa per i danni causati dalla mareggiata

Chiuso l'accesso pedonale al lato ovest del muraglione Caduti di Cefalonia e l'accesso pedonale e dei veicoli nell'area a ridosso dell'Isola Rossa.

31 ottobre 2018 | News
Le aree interdette
Bosa. La mareggiata che ha colpito la costa centro occidentale dell'isola ha inferto non pochi danni alle strutture portuali di Bosa Marina. Il comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo, tenente di vascello Francesco Bernardi, ha firmato nelle scorse ore un'ordinanza che vieta accesso, transito e la sosta a pedoni e veicoli in alcune aree del muraglione Caduti di Cefalonia e del lato est dell'Isola Rossa. I danni riguardano la pavimentazione, le banchine, gli arredi portuali ed i muri di contenimento delle strutture presenti, salvo espressa autorizzazione dell'autorità portuale. La situazione è stata segnalata agli enti competenti, in particolare la Regione Sardegna, a cui compete la manutenzione e riparazione di strutture e arredi portuali. "Chiunque accede in porto - a qualsiasi titolo - lo fa comunque a proprio rischio e pericolo" specifica ancora il documento. Il Comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Bosa, Tenente di Vascello Francesco Bernardi, assieme al personale militare, alle prime luci dell'alba del 30 ottobre si è trovato davanti uno scenario di devastazione "Che ha condotto a prendere a malincuore un’ardua decisione: interdire l'accesso veicolare e pedonale all'area portuale" spiega il graduato delle Capitanerie di Porto. Considerato "Cosa significhi sottrarre quell'area al pubblico utilizzo, nell'immediatezza dei fatti è stato interessato l'ente gestore, la Regione Autonoma Sardegna, affinché ponga in essere urgentemente tutte le azioni dirette a fare in modo che l'area portuale torni ad accogliere turisti, diportisti, sportivi e persone affette da disabilità, che in quella stessa area possono trascorrere in tranquillità i propri momenti di diletto" dice ancora Francesco Bernardi. La speranza insomma, considerata non solo la funzione portuale ma anche quella turistica del muraglione Caduti di Cefalonia e dell'intera area dell'Isola Rossa, è che chi di competenza intervenga al più presto.
 
Allegati
(PDF - 677.09 KB - 25 click)
MatteoChessa | comunicazione interattiva - facebook.com/matteochessa.it